Home
Cosa sono
Perché si usano
Come si usano
Confezioni



Gambe gonfie e pesanti

Gambe pesanti, caviglie gonfie, capillari in rilievo sono a volte i segnali di una cattiva circolazione che si possono presentare in modo sporadico o frequente. Un problema molto diffuso, che colpisce il 15-20% degli uomini e il 30-35% delle donne.

Vita sedentaria, familiarità, carenze vitaminiche, spesso anche sovrappeso facilitano l'insorgenza di questi disturbi che si manifestano in modo più fastidioso all'arrivo dei primi caldi e che possono, con il tempo, favorire la comparsa di varici (tratti di vene superficiali che assumono un andamento tortuoso e un aspetto nodoso, e possono essere dolenti). Per questo è importante agire subito, contrastando fin dalla comparsa queste sensazioni fastidiose.

Perché succede?

La parete delle vene, a differenza delle arterie, è più sottile e presenta una minore quantità di tessuto elastico e muscolare.
Il circolo venoso, che per la maggior parte avviene contro la forza di gravità, ha luogo grazie alla contrazione muscolare, alle valvole a nido di rondine, alla contrazione propria della parete delle vene, alla respirazione diaframmatica e alla
vis a tergo (cioè la spinta data dal cuore alla colonna ematica ad ogni contrazione).

Quando la parete venosa perde elasticità, dilatandosi a causa dell'aumento della pressione idrostatica, possono verificarsi dei problemi a livello di ritorno venoso. Le vene si sfiancano e le valvole non riescono più a contenere il reflusso a causa della maggior pressione a cui sono sottoposte. Questo rallenta ulteriormente il flusso del sangue nelle vene portandolo a ristagnare nelle aree di sfiancamento dei vasi, determinando un ulteriore aumento della pressione sulle pareti venose. Tutto ciò innesca un circolo vizioso che, nel tempo, si manifesta con ritenzione idrica, capillari in evidenza, sensazione di gonfiore e pesantezza agli arti inferiori.

È importante quindi accorgersi immediatamente dei primi segnali e mettere in atto da subito e quotidianamente le giuste strategie di prevenzione, utilizzando i giusti rimedi per il benessere delle gambe.


Quali sono i fattori che possono favorire l'insorgere delle problematiche del microcircolo?

• Età: la perdita di elasticità della parete venosa si verifica naturalmente con l'invecchiamento dei tessuti biologici.

• Ereditarietà: il corredo cromosomico ereditato dai genitori include le caratteristiche morfologiche e strutturali dei vasi predisponendo ai disturbi del microcircolo, in caso di riscontri familiari

• Obesità: l'aumento del carico a livello addominale sollecita maggiormente le valvole venose.

• Gravidanza: la compressione delle vene iliache ostacola il ritorno venoso, il cambiamento ormonale in atto influisce anche sulle pareti vasali.

• Utilizzo di alcuni farmaci: la loro assunzione può aumentare la debolezza costituzionale della parete venosa.

• Fumo: promuove la produzione di agenti ossidanti e radicali liberi (prodotti in quantità maggiori a causa del fumo) che favoriscono i processi infiammatori a livello dei vasi, danneggiando la parete venosa.

• Stile di vita e fattori ambientali:
passare molte ore al giorno in piedi, avere una vita sedentaria, indossare tacchi alti, indumenti stretti, fare docce troppo calde, essere esposti a fonti di calore e avere un'alimentazione scorretta sotto tutti fattori che aumentano il rischio di disturbi del microcircolo.


Come favorire il benessere delle gambe?

L'adozione di alcune buone abitudini quotidiane può aiutare a favorire il microcircolo delle gambe e il loro benessere, facendole sentire più leggere e sgonfie.

• Fare attività fisica regolare per favorire il ritorno venoso.

• Seguire una dieta molto ricca di fibre e frutta, evitando alimenti troppo grassi o salati, che favoriscono la ritenzione dei liquidi.

• Bere almeno 2,5 litri di acqua durante la giornata.

• Quando si sta molto tempo seduti o in piedi, evitare di mantenere sempre la stessa posizione, cambiare spesso posizione delle gambe, alzare le punte dei piedi, stendere le gambe.

• Il calore provoca la dilatazione delle vene, per questo è bene evitare di esporsi al sole nelle ore più calde della giornata, e di eccedere con lampade a raggi ultravioletti, saune e bagno turco.

• Bagni o docce fredde e idromassaggio favoriscono il miglioramento della circolazione.

• Evitare abiti troppo stretti e tacchi molto alti.

• Usare di preferenza collant a compressione graduata che comprimono maggiormente la caviglia, rispetto ai polpacci e alla coscia, aiutando la risalita del sangue verso l'alto. Evitare i gambaletti che non aiutano il ritorno venoso.